Categories
Uncategorized

Piercing al clitoride della mia ragazza

Piercing al clitoride della mia ragazza
Ciao a tutti!
Oggi vi voglio raccontare un altro fatto realmente accaduto circa 3 anni e mezzo fa con Sara la mia ragazza.
Era da poco passato il natale e causa qualche spesa imprevista di troppo non eravamo riusciti a farci i regali a vicenda, mia madre come ogni hanno mi aveva però regalato un po di soldi e così sentendomi dispiaciuto per non aver regalato nulla a Sara decisi di organizzarle una sorpresa.
Sapevo che faceva voglia al piercing all’ombelico e per quanto mi potesse piacere anche a me io preferivo il piercing in altre zone un po più maliziose.
Così mi recai imbarazzato da uno studio di tattoo e piercing, mi accolse un uomo sulla quarantina e mi chiese se poteva essermi utile, io annui e gli dissi che volevo prenotare una seduta per il piercing al clitoride della mia ragazza, spiegandogli ovviamente che ancora lei non sapeva nulla e che nel caso lei non avesse avuto piacere di farsi fare il piercing in quella zona avremmo cambiato la zona con un più classico buco all’ombelico.
Il ragazzo acconsentì dicendo che non c’erano problemi e alla fine scoprii anche che sarebbe stato lui stesso ad eseguire il tutto.
Tornando a casa in macchina e nei giorni seguenti alla seduta ero molto eccitato all idea di vedere un altro uomo guardare e toccare la vulva della mia ragazza, inutile dire quanto mi masturbai al pensiero.
Finalmente arrivò il giorno tanto atteso e mi recai con Sara bendata dallo studio, lei era molto incuriosita e eccitata dal ricevere una sorpresa.
Arrivati li davanti la sbendai e lei mi tempestò di domande mi chiese era un tatuaggio con le nostre iniziale e io mi misi a ridere, e le rivelai la mia intenzione, mi aspettai di essere ammonito e rimproverato per la mia idea, invece stuzzicai la sua malizia e ne fu eccitata, mi rimproverò solo del fatto che poteva dirmelo che così si sarebbe rasata, ci ridemmo su.
Entrammo e il ragazzo ci accolse, io gli dissi che lei aveva acconsentito, ci accomodammo una camera e ci chiudemmo dentro, il ragazzo dopo aver spiegato il procedimento a Sara e fatta sentire a suo agio, le chiese di spogliarsi, io ebbi un fremito di eccitazione e la voglia di toccarmi fu molta.
Sara si tolse pantaloni e mutande e si sedette a gambe divaricate sul lettino, il ragazzo si sedette che col viso a pochi centimetri dalla sua figa, e io fantasticai sul fatto che stesse cercando di annusare il dolce odore degli umori vaginali della mia ragazza.
Poi prese il pennarello e afferrando la zona del clitoride disegnò i due fori di entrata e di uscita, il ragazzo era molto professionale non toccò nulla di più di ciò che doveva, ma per me fu abbastanza da provocarmi un gonfiore nelle mutande.
Poi prese un paio di pinze e subito dopo lo strumento con il quale foro le labbra e rimase un tubicino di plastica che tagliò con delle forbici e dove dentro inserì il piercing vero e proprio, l’operazione durò si e no due minuti, e alla fine sul clitoride della mia ragazza svettava un bel piercing metallico.
Nei giorni seguenti aimè non potemmo praticare alcun rapporto, ma la scena a cui avevo assistito di vedere un altro uomo giocare con la vulva della mia ragazza, mi eccitò molto, e spero nel futuro di potere vedere altri uomini o donne divertirsi con noi..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *